La Memoria

Fragheto piccolo borgo sconosciuto arroccato sulle colline dell'Appennino tosco-romagnolo-marchigiano, frazione del comune di Casteldelci, diventò il 7 aprile del 1944 il fulcro di una strage inumana e proprio per questo resterà nella storia e nella memoria dell'uomo per sempre.

Le truppe naziste tedesche  per rappresaglia nei confronti delle brigate partigiane entrarono in paese massacrando il 50% della popolazione  senza che sia riservata alcuna distinzione o pietà per l’età, per il sesso o per le condizioni di salute delle persone trucidate; prima di andarsene appiccarono fuoco alle case.

Per maggiori inforrmazioni:

http://www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_fraghetocasteldelci

http://www.storiaefuturo.com/it/numero_15/scaffale/4_strage-fascista-fragheto~1131.html

http://www.uniurb.it/giornalismo/finecorso_2008/vona_thalassa/fragheto_finale/fragheto_.htm

http://www.bobbato.it/index.php?id=524

 

Gli abitanti e le persone originarie di Fragheto conservano ancora con dignità il ricordo del loro passato.

Casa Fragheto attraverso la propria presenza e in profondo rispetto nei confronti del gente e del territorio che ci ospita, intende mantenere vivo il ricordo su quei tragici fatti valorizzando la Memoria in una prospettiva di educazione alla pace ed in collaborazione con chi condivida questo percorso.

Proponendo attività di studio e di approfondimento, nonchè itinerari della memoria, rivolti ai giovani, a singoli, gruppi, scolaresche, vorremmo non solo celebrare ma elaborare, conoscere, trarre insegnamento e progettare la costruzione di una comunità capace di convivere secondo i più alti ideali di pace, giustizia e solidarietà.